Tag

Parco Archeologico di Ercolano

Browsing

Ercolano. La fase conclusiva del Maiuri Pop Up, percorso dedicato a una delle figure più importanti della storia degli scavi ercolanensi, l’archeologo Amedeo Maiuri, è in programma in questi giorni: la mostra d’arte Expanded Interiors vedrà incontri dell’artista visiva Catrin Huber con guide turistiche, scuole e cittadini. Tra gli obbiettivi, quello di per creare un ponte tra gli Scavi e i moderni ercolanesi. Expanded Interiors è il nome del progetto interdisciplinare dell’artista visuale Catrin Huber che, attraverso l’incorporazione di repliche di oggetti romani di uso quotidiano, come lampade a olio e vasi da toeletta, collega il mondo romano a quello contemporaneo, in una nuova forma di design. Il progetto riguarda la pittura parietale e i manufatti di epoca romana rinvenuti nei siti Unesco Pompei ed Ercolano, reinterpretati in chiave contemporanea. Expanded Interiors  è  promosso dall’Università di Newcastle, dove vive Catrin Huber, ed è finanziato dall’AHRC (Arts & Humanities Research Council), in collaborazione con il Parco Archeologico di Pompei,…

Ercolano. Aspetti unici circa gli effetti del calore sui corpi delle vittime dell’eruzione del 79 d.C.: ecco cosa svela l’indagine condotta da un gruppo di ricerca della Federico II guidato dall’antropologo Pier Paolo Petrone. Dunque, il Parco Archeologico di Ercolano continua a essere terreno di sperimentazione e ricerca multidisciplinare con studi di rilievo internazionale, al punto di essere pubblicati, come in questo caso, sulla prestigiosa rivista PLOS ONE. L’analisi si è concentrata sui resti degli scheletri di oltre 300 ercolanesi ritrovati nell’area dell’antica spiaggia, colti nell’attimo del loro disperato tentativo di fuga. Le indagini per la prima volta hanno mostrato la eccezionale preservazione di residui minerali ricchi di ossidi di ferro sulle ossa e negli strati di cenere. La presenza di questi prodotti testimonia la rapida vaporizzazione dei tessuti e dei fluidi corporei dopo la morte, a causa dell’impatto con le nubi di cenere e gas a temperature di almeno 500°…

Ercolano. È stata spedita questa mattina la lettera inviata dal sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, alla famiglia tedesca che, sabato scorso, è stata vittima di un furto all’interno della propria automobile nel parcheggio del Parco Archeologico. Il sindaco  ha invitato la famiglia, che è originaria della Sassonia, a tornare per un weekend a Ercolano a spese della città, in modo da poter fare una nuova visita gli Scavi e un’escursione sul Vesuvio. Fin dal primo momento in cui si è appreso il brutto episodio, la volontà dell’Amministrazione è stata quella di ospitare i turisti derubati. E’ partita subito una gara di solidarietà tra le strutture ricettive cittadine. Tanti albergatori hanno telefonato in Comune per mettere a disposizione i loro hotel e i loro B&b e per poter ospitare gratuitamente la famiglia tedesca. «Quanto accaduto ai turisti tedeschi non rappresenta i sentimenti di comunità e accoglienza che caratterizzano la nostra città»,…

Ercolano. Brutta disavventura per una famiglia tedesca nel parcheggio adiacente l’ingresso del Parco Archeologico di Ercolano: derubati dei propri beni. Il sindaco e il direttore del Parco rammaricati per la vicenda. L’invito a tornare a spese del Comune da parte di Ciro Buonajuto. Il viaggio è un momento di riposo, sogno e crescita, ma anche un momento in cui non si gode della comodità della propria casa, della propria lingua, del proprio Paese. Trovarsi derubati in una circostanza del genere crea, di certo, maggior rammarico e maggiori disagi. Solidale con gli sventurati visitatori vittime di malfattori, il Direttore del Parco, Francesco Sirano, che ha offerto loro l’ingresso gratuito al sito, oltre che le sentite scuse per lo spiacevole avvenimento. Il Direttore ha immediatamente allertato il Comandante dei Carabinieri e ricevuto dagli uffici comunali competenti rassicurazioni per un controllo delle zone circostanti il Parco già da stasera, per garantire la sicurezza…

Ercolano. Il percorso serale del Parco Archeologico di Ercolano, Herculaneum Experience, prevede, per i prossimi appuntamenti, il coinvolgimento dei visitatori anche tramite balli e canti in latino. Continuano, intanto, gli studi sul giorno dell’eruzione e si preparano eventi per i 1940 anni dalla tragedia. Dai graffiti rinvenuti nell’area archeologica sono state tratte perle di saggezza popolare e il percorso multisensoriale notturno agli Scavi si apre a un’ulteriore emozione, quella di permettere ai fruitori di viaggiare nel tempo e di rivivere i luoghi pronunciando e cantando nella stessa lingua degli antichi abitanti. «E’ un modo per immergere ulteriormente i visitatori nello spirito dell’antica città», dichiara il Direttore del Parco, Francesco Sirano. «Si sentiranno completamente trascinati a partecipare nella festa organizzata per offrire gli onori al senatore Marco Nonio Balbo». Il prossimo appuntamento di Herculaneum Experience cade, inoltre, proprio nel giorno in cui ricorre l’anniversario dell’eruzione del Vesuvio: il 24 agosto, come da…

Ercolano. I Carabinieri dell’aliquota Radiomobile di Torre del Greco sono intervenuti d’urgenza presso gli scavi di Ercolano, era, infatti, stato segnalato un individuo che si aggirava in mezzo ai visitatori brandendo un coltello. Giunti sul posto, hanno individuato e bloccato O. V. I., un cittadino ucraino 39enne domiciliato in Ercolano e già noto alle Forze dell’Ordine. Il coltello, trovato in tasca al 39enne, è stato sequestrato. Portato in caserma per il foto segnalamento e le altre pratiche, l’uomo ha cominciato a proferire parole minacciose e a spintonare i militari. Il Giudice ha convalidato l’arresto per violenza e resistenza a pubblico Ufficiale e per porto ingiustificato di oggetto atto a offendere e ha disposto che verrà processato a piede libero in data da destinarsi.

Ercolano. La rassegna “Vesevus de gustibus – le arti, i sapori e le tradizioni” passa per Ercolano. Qui, domenica e lunedì, si è tenuto il quinto appuntamento, tra spettacoli di danza, note di musica classica e degustazioni di prodotti vesuviani. L’iniziativa, promossa dalla Città Metropolitana di Napoli in undici comuni del Parco Nazionale del Vesuvio, si è svolta principalmente al Museo Archeologico Virtuale. Domenica sera tutti i partecipanti hanno potuto apprezzare uno spettacolo a cura del liceo musicale coreutico “Boccioni – Palizzi” di Napoli, degustazioni di prodotti del Vesuvio e di vini locali e la possibilità di visitare il Mav gratuitamente. Anche il Parco archeologico di Ercolano è rimasto aperto per visite serali. Nel pomeriggio di Lunedì, invece, spazio al convegno scientifico – culturale “Cibi dall’antica Roma ad oggi”, promosso dal Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli. Ercolano è una terra ricca di storia, cultura e sapori, come…