Tag

ercolanese 1924

Browsing

Ercolano. Il momento per la squadra Granata è dei peggiori e l’amministratore unico, Gaetano Battiloro, scrive una lettera aperta ai tifosi dell’Ercolanese 1924.  Riportiamo l’intero messaggio: Cari tifosi, comprendo la vostra giustificata amarezza per i risultati sin qui ottenuti dalla squadra. All’indomani dell’ennesima sconfitta maturata con un risultato netto ed inequivocabile, ho ritenuto opportuno e doveroso farvi pervenire pubblicamente le mie scuse, assumendomi in prima persona tutte le responsabilità, quelle realmente mie e quelle non mie, a differenza di tanti altri che, quando perdono, vedono solo ombre, mostri e complotti vari, seminando nell’ambiente inciuci e pettegolezzi perché di meglio non sanno fare, soprattutto quando sono chiamati a dimostrare nel proprio lavoro tutte le loro capacità. Gettare la spugna, in questo momento delicato, sarebbe per me la decisione più semplice, ma non fa parte del mio carattere, perché solo le persone vili e senza attributi abbandonano la propria nave nel momento…

Ercolano. Ennesima sconfitta per l’Ercolanese e ultimo posto in classifica. Il Gravina ritrova la vittoria dopo 4 giornate e travolge in casa sua i Granata per 5 – 1. Il cambio del mister non ha cambiato, per ora, il risultato. Per il primo quarto d’ora le due squadre si prendono le misure, poi i padroni di casa prendono decisamente il gioco in mano o meglio sui piedi: costruiscono con Croce due palle gol (15’ e 20’), la prima con una spaccata deviata in angolo da Lombardo, la seconda con un tiro terminato alto. Al 30’ il primo gol: Mady viene messo giù in area di rigore da Prevete e Croce dal discetto non sbaglia. Dopo pochi minuti il signore Delli Caprini fischia rigore anche per l’Ercolanese per un intervento di Romeo su Trofo. Tufano angola molto il tiro e Loliva non riesce a fermare sfera. Appena 4’ più tardi e…

Ercolano. I risultati non raggiunti in questa prima fase di campionato hanno portato a una decisione che oramai era nell’aria. Ieri la conferma: esonerato Pasquale Borrelli, come mister dell’Ercolanese torna Antonio Maschio. La S.S. Ercolanese 1924 ha deciso di sollevare dall’incarico di allenatore della prima squadra Pasquale Borrelli, unitamente al suo più stretto collaboratore Luciano Curcio. La decisione , come si legge nel comunicato ufficiale, è stata presa “con grande rammarico e si è resa inevitabile alla luce delle prestazioni e dei risultati sportivi non soddisfacenti”. Torna in panchina Antonio Maschio, insieme al suo allenatore in seconda Salvatore D’Angelo. Con loro L’Ercolanese aveva rescisso il rapporto una settimana prima dell’inizio del campionato.

Ercolano. Ancora un’altra sconfitta per L’Ercolanese, che cade in casa col Nardò, che s’impone per 2 a 0. Neppure la presenza di Roberto Tufano, vecchia gloria del calcio ercolanese, al Solaro e il ritorno di Figliolia, fermo per infortunio da due settimane sono serviti per vincere. Anche se nel secondo tempo i granata avrebbero meritato di accorciare le distanze. La prima occasione per l’Ercolanese è per Marco Tufano: punizione da lontano ma il suo potente tiro termina a lato. Le prime vere emozioni arrivano al 40’ quando in area pugliese l’Ercolanese prova a costruire un’azione senza i risultati sperati: c’è una doppia sponda di testa, prima Figliolia e poi Murolo, per il centro dell’area dove Sorrentino si trova davanti al portiere, ma i centrali di difesa anticipano il giocatore. L’azione prosegue fino a quando il tiro di Conte di destro mette la palla sul fondo. Dopo pochi minuti Nardò passa in vantaggio…

Ercolano. La S.S. Ercolanese 1924 amplia la rosa. Lombardi e Falcone entrano nel club per rinforzare la squadra. Intanto gli storici calciatori degli anni ’80 si stringono attorno alla maglia e incitano i tifosi L’Ercolanese degli anni ’80 è rimasta nel cuore di tutti. Roberto Tufano e Aniello Capiluongo si rivolgono ai tifosi e chiedono di non mollare: sono loro la marcia in più. «Ricordiamoci che quest’anno il calcio a Ercolano era scomparso e grazie all’impegno di tifosi è rinata una società», dice Capiluongo, nell’accorato appello rivolto ai tifosi per invitarli domenica  ad aiutare la squadra, reduce da due sconfitte consecutive. «Domenica non ci sarò per motivi personali ma certamente verrò durante il campionato, anche se ogni domenica sono lì con il cuore e seguo sempre. Ai tifosi voglio dire di stare calmi e di sostenere la squadra come facevano ai miei tempi. All’epoca il Solaro non era il dodicesimo uomo…

Ercolano. Ancora una sconfitta per l’Ercolanese e ancora in casa. I Granata perdono con l’Altamura per 1 – 2, ma anche la sorte ha fatto la sua parte: quattro legni in queste prime tre gare di campionato. La nota positiva, il calore del pubblico sempre e comunque. Per i Granata stessa formazione che ha sbancato domenica a Nola, tranne per Figliolia, infortunatosi nella rifinitura di sabato. Al 12’ gli ospiti fanno il primo tiro verso la porta; a tirare è Guadalupi: alto. Al 26’ è bravo il portiere Patella quando riesce sul palo a parare il colpo di testa di Leonetti, con la palla che poi finisce in angolo. Murulo al 32′ colpisce di testa la traversa, ma la palla si ferma sulla linea di porta. L’azione prosegue e prosegue anche la sfortuna con i legni: la palla colpisce il palo. Un minuto di recupero del primo tempo basta per…

Ercolano. L’Ercolanese affonda il Nola per 4-0. Tra campionato e coppa, i giocatori del Nola scendono nel loro campo col morale alto per le belle vittorie di Francavilla in Sinni e Avellino. Nella squadra allenata da mister Borrelli, però, si fa sentire – e risulterà determinante – la voglia di riscatto, dopo la scorsa partita persa amaramente in casa. Figliolia su lancio di Di Crosta permette all’Ercolanese di passare in vantaggio al 23’ del primo tempo. Pochi minuti dopo Tufano serve Murulo per il raddoppio. Sul finire del primo tempo Sorrentino su assist di Granata mette a segno il gol numero 3 con un diagonale. Il Nola anche nel secondo tempo continua a non essere incisivo: non crea occasioni da rete, nonostante il possesso palla. La sola occasione è con Scielzo che calcia alto al 20’.  Calemme entra al posto di Figliola e, a dieci minuti dalla fine, è servito da Murolo: quarto gol!…