Tag

Carabinieri

Browsing

Ercolano. Giovane ferito a causa di una lite per viabilità, stando a quanto ha dichiarato: in corso le indagini per capire se il racconto corrisponde alla verità. Nella tarda serata di ieri, è giunto all’ospedale Villa Betania un 22enne domiciliato a Portici già noto alle Forze dell’Ordine. Al giovane i medici hanno riscontrato una ferita da arma da taglio al torace sinistro guaribile in 7 giorni. Nel corso di approfondimenti, la vittima ha riferito che era stata accoltellata in Ercolano a seguito di una lite scoppiata a causa di un lieve sinistro stradale. Indagini in corso per accertare con esattezza dinamica e motivi del ferimento.

Ercolano. In un terreno insistente sul Parco nazionale del Vesuvio, in via Novelle di Castelluccio, i carabinieri della stazione “parco di Torre del Greco” hanno scoperto la presenza di un cumulo di circa 1100 mc di terra e rocce, risulta edile, depositato illecitamente. Il cumulo è stato sequestrato. Denunciato il proprietario del fondo, un 75enne di Angri (Sa).

Rapimenti di bambini tramite un furgone bianco: i Carabinieri hanno denunciato un 39enne per il post su Facebook con una notizia falsa, che ha suscitato allarme per giorni in tutta la provincia. Il fatto è successo a Cercola ma, in realtà, non è facile dare una connotazione geografica a questa storia, perché è nata sul noto social network Facebook, quindi, in pochi istanti, si è propagata. L’uomo, l’11 ottobre scorso, ha postato una notizia falsa, con la quale ha allarmato la popolazione dichiarando che a Cercola si aggiravano individui su un furgone bianco e che rapivano bambini. E così, per giorni, la psicosi – naturale e legittima in un genitore – del rapimento si è sparsa in tutta la provincia. Oggi i Carabinieri della Tenenza di Cercola hanno denunciato per procurato allarme il 39enne, residente a Casalnuovo di Napoli e già noto alle Forze dell’Ordine.

Mentre si discute del problema sicurezza, proprio due giorni fa i sindaci di Ercolano, Ciro Buonajuto, e di Portici, Enzo Cuomo, hanno scritto in merito a Questore e Prefetto, i Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco, con il supporto dall’alto del nucleo elicotteri di Pontecagnano,  registrano una giornata ad alto impatto: perquisizioni, arresti e sequestri. Ad Ercolano i carabinieri hanno tratto in arresto un 57enne di Ercolano già noto alle Forze dell’Ordine e ritenuto affiliato al clan degli “Ascione-Papale”; è stato raggiunto da un’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal g.i.p. di Napoli per maltrattamenti in famiglia commessi dal 2003 nei confronti della moglie e, dopo le formalità, è stato tradotto al Centro penitenziario di Secondigliano. A Portici, invece, i militari hanno denunciato un 38enne già noto alle forze di polizia per furto di energia elettrica con cui alimentava la propria abitazione; l’uomo è stato anche segnalato alla Prefettura come…

Ercolano. Donna finisce in ospedale per atti di violenza domestica, da tempo subiva: i Carabinieri arrestano il marito. I Carabinieri della Tenenza di Ercolano hanno arrestato un 52enne di via Campagna già noto alle Forze dell’Ordine che, all’interno della casa coniugale, aveva aggredito la moglie, di 45 anni, procurandole lesioni guaribili in 7 giorni. In sede di denuncia, la donna ha raccontato anche pregresse aggressioni fisiche. L’arrestato è stato tradotto nella Casa Circondariale di Poggioreale.

Ercolano. I Carabinieri denunciano 2 sorvegliati speciali considerati vicini al clan. Due pregiudicati di Ercolano, di 48 e 38 anni, ritenuti vicini al clan degli “Ascione-Papale”, sorvegliati speciali di pubblica sicurezza, sono stati sorpresi dai Carabinieri dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Torre del Greco a parlottare tra loro. Bloccati e identificati, sono stati denunciati per violazione della sorveglianza speciale.

Ercolano. Un escursionista si stacca dalla famiglia e si perde nella riserva. Ritrovato dai carabinieri grazie al cellulare e al suono delle sirene. Un escursionista di 40 anni, residente a San Sebastiano al Vesuvio, stamattina si è recato con i suoi genitori alla riserva del “Tirone alto Vesuvio” per una passeggiata tra la natura. L’uomo, a un certo punto, ha deciso di allontanarsi dal sentiero principale e di lui si sono perse le tracce. I familiari, preoccupati, hanno subito lanciato l’allarme. Grazie al numero di emergenza 1515 la segnalazione è arrivata ai Carabinieri della Stazione “Parco di Torre del Greco” di pattuglia in zona. I militari hanno preso contatti con i genitori del disperso. Procurandosi il suo numero di cellulare, si sono messi in contatto con lui. Al telefono i carabinieri hanno dato tutte le indicazioni affinché l’uomo potesse, passo dopo passo, orientarsi verso il suono delle sirene. L’uomo è…

Portici. I Carabinieri della Stazione di Portici hanno arrestato in flagranza C. P., un pensionato 70enne del luogo già noto alle Forze dell’Ordine. L’anziano, dopo aver constatato che nell’ultimo rateo di pensione gli avevano trattenuto circa 120 euro invece dei soliti 90 (trattenuta effettuata per la restituzione di soldi in più -circa 30.000 euro- che aveva preso negli anni precedenti), si è armato di un seghetto e si è recato all’interno dei locali uffici dell’INPS. Quando un dipendente gli ha riferito che nulla si poteva fare e che la situazione dei 30 euro in più di trattenuta era relativa solo a questo mese per l’usuale conguaglio, estraendo di colpo il seghetto, il 70enne ha minacciato di ferirlo; poi ha minacciato anche una guardia giurata intervenuta in soccorso del dipendente. Nel frattempo è scattato l’allarme ai Carabinieri e l’uomo è stato bloccato e disarmato, ma non prima di avere opposto resistenza…

Portici. I Carabinieri della Stazione di San Giorgio a Cremano hanno dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare ai domiciliari emessa per atti di violenza sessuale a carico di un 39enne di Portici, già noto alle Forze dell’Ordine per reati dello stesso tipo. Il fatto: è il 29 maggio, all’interno dei vagoni di un treno della circumvesuviana diretto a Sorrento, in territorio di San Giorgio a Cremano, un uomo palpeggia, in due distinte occasioni, delle turiste e si struscia sui loro corpi. Le donne hanno solo 18 anni, sono francesi e sono dirette agli scavi di Ercolano. Le ragazze si allontanano subito. Per mettersi al riparo, si avvicinano a gruppi di persone. In abiti civili, sul treno, ci sono dei carabinieri in servizio di osservazione per la prevenzione e repressione di reati predatori. I militari notano subito il fatto e intervengono: il 39enne viene bloccato e portato in caserma. Altri…

Ercolano. I Carabinieri dell’aliquota Radiomobile di Torre del Greco sono intervenuti d’urgenza presso gli scavi di Ercolano, era, infatti, stato segnalato un individuo che si aggirava in mezzo ai visitatori brandendo un coltello. Giunti sul posto, hanno individuato e bloccato O. V. I., un cittadino ucraino 39enne domiciliato in Ercolano e già noto alle Forze dell’Ordine. Il coltello, trovato in tasca al 39enne, è stato sequestrato. Portato in caserma per il foto segnalamento e le altre pratiche, l’uomo ha cominciato a proferire parole minacciose e a spintonare i militari. Il Giudice ha convalidato l’arresto per violenza e resistenza a pubblico Ufficiale e per porto ingiustificato di oggetto atto a offendere e ha disposto che verrà processato a piede libero in data da destinarsi.