Portici Società

Il Cardinale Sepe incorona la statua della Beata Vergine Maria dell’Ascolto. Il Santuario di San Ciro e la piazza gremiti di fedeli

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Clicca e guarda il Video

Portici. Ieri sera la solenne incoronazione della statua della Beata Vergine Maria dell’Ascolto celebrata dal cardinale Crescenzio Sepe, che è anche diventato confratello dell’Arciconfraternita del Santissimo Sacramento. Il Santuario di San Ciro e la piazza gremiti di fedeli commossi.

Da Avellino a Forcella, da Marigliano a Scampia, la solenne incoronazione della Beata Vergine Maria dell’Ascolto ha portato a Portici fedeli provenienti da ogni zona della Campania. Chi non ha trovato posto nel santuario, occupato in tutte le sue navate e i suoi spazi, si è seduto in piazza San Ciro, allestita con un maxi schermo e delle sedute per poter accogliere i porticesi e i pullman di fedeli.

E chi è rimasto all’aria aperta ha potuto ammirare anche lo spettacolo pirotecnico partito subito dopo la solenne incoronazione della statua, che è arrivata a Portici, nel santuario dedicato a San Ciro e alla natività di Maria, il 7 ottobre e da oggi accoglierà e ascolterà dall’altare maggiore ogni devoto. «Ognuno di noi ha un progetto da realizzare», ha ricordato don Raffaele Galdiero, «ascoltiamolo attraverso il cuore di Maria che ascolta, ci accompagna e precede nel cammino della vita».

Dirette e appassionate le parole del Cardinale Crescenzio Sepe, particolarmente legato a questo titolo mariano perché vicino al centro di ascolto della Basilica del Carmine Maggiore, dove la signora Cira Napoletano e i Padri carmelitani, si pongono in ascolto delle necessità delle persone. Per ricordare l’importante cerimonia di ieri, a cui ha preso parte anche il sindaco, Enzo Cuomo, e altri rappresentanti istituzionali, in una navata laterale del Santuario è stata affissa una targa celebrativa.

Ma il più bel ricordo della giornata è la profonda devozione mariana visibile sui volti commossi dei presenti.

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.