Cultura Politica Portici

“Portici Svelata” dal giovanissimo Andrea Esposito. L’amministrazione premia l’ex allievo del Liceo “Silvestri” per la sua tesina di Maturità

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. L’amministrazione comunale premia un ex allievo del Liceo scientifico “Filippo Silvestri” per la sua tesina storico – culturale su Portici. «Se non conosci la storia da cui provieni non puoi tendere verso il futuro e l’innovazione», questo il pensiero del giovanissimo Andrea Esposito.

Ieri pomeriggio, durante la consegna delle borse di studio “Donazione Enzo Cuomo” a 20 allievi dei cinque istituti comprensivi cittadini, ha ricevuto un riconoscimento speciale anche un ex studente del Liceo scientifico. Il diciannovenne Andrea Esposito lo scorso anno, per la sua tesina di Maturità, ha scelto Portici. Ha voluto raccontare, in “Portici Svelata”, alcuni aspetti storici e culturali legati alla città: da Plinio il Vecchio a Leopardi, dall’eccidio di Pietrarsa e Macedonio Melloni. Nel suo lavoro Andrea racconta curiosità note a pochi. E questo è il motivo per cui ieri, il sindaco, Enzo Cuomo, con l’assessore alla Pubblica Istruzione, Maria Rosaria Cirillo, e il consigliere Luca Manzo, ha voluto premiarlo.

Andrea spera di laurearsi in Tecniche di radiologia medica. La passione per gli studi umanistici, però, continua. «L’amore per certi studi è nato in me grazie alla mia famiglia ed è stato rinforzato dai professori incontrati nella mia carriera scolastica», racconta Andrea. «Io sono partito col desiderio di fare per la tesina qualcosa di innovativo, perché sono dell’idea che se non conosci la storia del posto da cui vieni non puoi protendere verso il futuro».

Andrea ha conosciuto il territorio grazie a progetti scolastici e all’Alternanza Scuola-Lavoro. «Conoscevo già la storia di Portici tramite i miei insegnanti, che mi hanno, inoltre, coinvolto in vari progetti come “La scuola adotta un monumento”. Ho, peraltro, svolto l’Alternanza Scuola-Lavoro al Museo di Pietrarsa, sito che non conoscevo prima. Vivere quel luogo è stato per me fonte di ispirazione per studiare, conoscere, approfondire», conclude il giovane studente.

«Con una targa, abbiamo voluto porgere i nostri complimenti ed esprimere il nostro riconoscimento ed incoraggiamento ad un ragazzo che con passione e dedizione ha mostrato grande interesse per il territorio studiandone origini ed aneddoti», ha spiegato l’assessore Maria Rosaria Cirillo. «Lo studio della nostra storia è fondamentale per l’interpretazione del presente ed è un tassello indispensabile per costruire il nostro futuro».

Ad Andrea, che ama fotografare, adora il canto e se la cava con chitarra e pianoforte, non spiacerebbe se qualche editore stampasse la sua opera e se “Portici svelata” arrivasse a tutti i cittadini e anche oltre la città, per poter far conoscere a tanti la cultura che è passata per questa terra e che ha contribuito a farne la storia.

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.