Ambiente Portici

“Puliamo il mondo” a Portici: spiagge e fondali ripuliti da rifiuti ingombranti in una giornata per l’Ambiente e la sensibilizzazione

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. “Puliamo il mondo”: si è tenuta oggi a Portici la giornata per la pulizia di spiagge e fondali marini dai rifiuti ingombranti. Molti studenti presenti, meno rifiuti trovati rispetto al passato: la sensibilizzazione sembra avere effetti.

Ad adoperarsi per Granatello, fondali e spiagge porticesi per tutta la giornata di oggi, la Capitaneria di Porto, il Comune di Portici con il Servizio Spazzamare, la Protezione Civile, la Leucopetra e l’Ufficio Ambiente, LegaAmbiente, la Croce Rossa Italiana, la Comunità DernierAssoUtenti Campania, la Stazione Zoologica Anton Dohrn, i Sommozzatori Protezione civile e altre realtà. Alla giornata hanno assistito diversi istituti scolastici, per impulso dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione, diretto da Maria Rosaria Cirillo,il fine è anche quello di promuovere nelle nuove generazioni la cultura dell’amore per l’ambiente e coinvolgerle nel processo di rieducazione al rispetto dell’ecosistema che nel tempo si è perso.

«Estrema soddisfazione per la giornata di oggi. Ho seguito l’attività in prima persona e ho notato entusiasmo e passione per l’ambiente, per il nostro grande bene, per la nostra grande risorsa: il mare», ha commentato Maurizio Minichino, assessore all’Ambiente. «Importante la partecipazione delle scuole: oggi i ragazzi che sono intervenuti hanno portato cartelloni dove hanno rappresentato il valore dell’ambiente e l’importanza della lotta all’inquinamento. Questo dimostra che l’iniziativa sta raggiungendo più risultati: quello di pulire, ma anche quello di evitare che si sporchi. E questo lo si può ottenere solo educando i giovani. I giovani, peraltro, danno risultati anche nel presente, non solo nel futuro, perché portano a casa le buone regole apprese tramite la scuola e queste iniziative e aiutano i genitori a capire come è giusto comportarsi. Questo è quello che un’amministrazione fattiva deve fare».

«Nel Porto del Granatello stiamo facendo la pulizia dei fondali a cui partecipano delle associazioni di volontariato unitamente ai sommozzatori della Guardia costiera, un altro gruppo di ragazzi sta effettuando la pulizia della spiaggia delle Mortelle», ha spiegato il Luogotenente Raffaele Falco, alla guida della Capitaneria di Porto di Portici. «La finalità di “Puliamo il mondo” è quella di inculcare la cultura del rispetto dell’ambiente nei più giovani, in modo che nella crescita possano capire i danni che si fanno non rispettando l’ecosistema marino. Periodicamente facciamo queste iniziative: lo scorso anno per tre volte abbiamo ripulito il nostro mare. Questa di oggi è la prima ripulita di fine stagione, in programma ne abbiamo altre».

E sembra che un effetto ci sia nella coscienza civica. «Notiamo una miglioria, ciò che recuperiamo è materiale datato, che proviene da una mentalità passata. Da qualche tempo, a ogni pulizia, appuriamo che non troviamo più le quantità di rifiuti di una volta. Dunque, la sensibilizzazione sembrerebbe sortire effetti», ha concluso Falco.

 

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.