Cronaca Portici Società

Per sempre Portici ricorderà Teresa Buonocore. Inaugurata la stele in suo onore nel Cimitero cittadino

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. Da oggi e per sempre Portici ricorda e celebra la sua concittadina Teresa Buonocore con una stele al Cimitero comunale, come deciso, pochi mesi fa, in Consiglio comunale. La madre coraggio, esempio di forza e amore, barbaramente assassinata per aver denunciato chi aveva abusato di sua figlia, sarà ricordata in eterno anche dalle future generazioni.

Stamattina la toccante cerimonia in presenza di tutta la famiglia di Teresa. Con il sindaco, Enzo Cuomo, molti esponenti dell’amministrazione, tanti cittadini e numerosi giovani ragazzi. Non sono mancati i rappresentanti di tutte le Forze dell’Ordine, autorità istituzionali, tra cui Franco Roberti, assessore regionale alla Sicurezza, e Alessandra Clemente, assessore alle Politiche giovanili del Comune di Napoli, i rappresentanti di associazioni e del mondo religioso, tra cui don Tonino Palmese. (GUARDA IL SERVIZIO)

«Questa storia ci impone di cogliere spunto dalle leggi che ci sono per organizzarci sul territorio, fare rete tra le istituzioni», ha dichiarato Franco Roberti. «La giustizia fa la sua parte, ma anche le amministrazioni pubbliche devono fare la loro parte e anche le associazioni, per far sì che fatti così tremendi non avvengano più. Fare giustizia non significa soltanto applicare la condanna giusta ai colpevoli, ma anche fare in modo che non accada più e star vicino ai familiari, sostenerli in ogni modo: questo è il compito delle istituzioni». (GUARDA IL SERVIZIO)

«Questa onorificenza tiene viva la memoria e fa sì che anche le istituzioni si impegnino di più, affinché non avvengano altri femminicidi», ha sottolineato Pina Buonocore, sorella di Teresa. «La memoria può insegnare ai ragazzi, ricordare Teresa è importante per i giovani, perché può portare a un cambio culturale. Questa è un’iniziativa che avuto il sindaco di Portici aiutato da tutti i concittadini e resterà per sempre, la memoria sarà sempre viva in tutte persone, che guardando quella lapide si faranno una domanda, questo è quello che conta». (GUARDA IL SERVIZIO)

«E’ un modo per dimostrare quanto la nostra comunità sia stata sconvolta da questo efferato crimine e quanto resti legata a questo straordinario esempio di mamma», ha dichiarato Enzo Cuomo. «E’ un esempio enorme che deve servire a ognuno per farci capire cosa è un cittadino. Il dovere di denuncia è insito in ognuno di noi, Teresa lo ha interpretato in maniera straordinaria. Oggi Portici dimostra un alto senso dello Stato, questo ricordo va oltre la nostra città e coinvolge l’intero Paese. Grazie a tutti quelli che hanno reso possibile questa stele: il Consiglio comunale, che ha votato l’ordine del giorno, i dirigenti e i dipendenti dei servizi cimiteriali, l’assessore di riferimento. L’azienda che ha realizzato la stele, la Defra Marmi, ha voluto regalarla, perché l’esempio di Teresa passa trasversalmente tutte le generazione e impegna tutta la comunità». Una comunità che deve fare un cambiamento necessario: «Nel nostro Paese si fanno tanti atti di violenza verso le donne e il 99% delle volte i colpevoli sono uomini: occorre un cambio culturale, siamo persone e dobbiamo convivere come persone, c’è una differenza di genere, ma non una guerra di genere! La convivenza va vissuta con amore e affetto, come la intendeva Teresa. Non ci sono Forze dell’Ordine che tengano, impossibile controllare 50 milioni di persone, serve un cambio culturale che parta dai bambini per risolvere questa degenerazione patologica sviluppata dalla società». (GUARDA IL SERVIZIO)

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.