Ercolano Sport

Ercolanese–Fasano 0-2: esordio amaro per i granata, ma non sono mancate buone giocate. Intanto il Fasano ringrazia per l’accoglienza

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Ercolano. Il mister Pasquale Borrelli è seduto in panchina da mezza settimana, questo non giustifica la sconfitta, ma di certo non può non essere preso in considerazione: Ercolanese – Fasano 0–2, eppure in campo si sono viste cose positive.

4-3-3 il modulo con Capasso in porta, difesa a quattro con, da destra, Granata, Della Monica, Prevete e Fetta. Centrocampo con Ba, capitan Tufano al centro e Trofo a sinistra. Per il reparto offensivo Murolo a destra, Ferrieri a sinistra e Figliolia punta centrale.

Dopo il bel gol di Corvino al 10’ direttamente da calcio d’angolo, l’Ercolanese reagisce con il colpo di testa di Figliolia, su cross di Ba dalla destra. La palla è fuori. Alla mezz’ora Fetta lascia il campo per infortunio e viene sostituito da Maiorino. Trofo ci prova al 31’ dalla distanza: conclusione alta. Al 35’ Della Monica di testa, da corner, colpisce il palo e manca di poco un’occasione d’oro. Poco dopo Figliolia, bravo a girarsi, tenta la conclusione, ma la palla finsice fuori.

L’Ercolanese gioca nettamente meglio nella ripresa. In attacco entra Esposito che prende il posto di Trofo. Ed è proprio il neo entrato che si rende pericoloso prima con un tiro che termina alto e poi con una conclusione di giro a destro al 60’. È ancora Esposito prima e Figliolia poi a tentare di pareggiare, ma niente. Formuso chiude la gara a sei minuti dalla fine. All’87’ Arciello, entrato precedentemente al posto di Ba, batte un corner e un difensore devia sulla traversa.

«C’è tanto da salvare da questa partita», dichiara il Direttore generale Gaglione, «il Fasano arriverà nei primi cinque. Veniamo da una settimana particolare con il cambio di allenatore e gli ultimi due innesti. Cose positive ci sono state, i gol loro sono stati delle nostre disattenzioni. Non abbiamo subito molto e nel secondo tempo abbiamo avuto la palla. C’è da lavorare ma squadra c’è. Una nota importante: tutti dobbiamo prendere esempi dagli ultras che sono sempre i primi a sostenere, applaudire e mai a criticare. Senza il sostegno del pubblico, abbiamo difficoltà perché questo campionato è ancora più importante di quello passato. Sponsor, amministrazione, società, è un tutt’uno e gli ultras, ripeto, devono essere presi da esempio, ma manca l’appoggio del resto del pubblico, considerando le mille difficoltà e gli enormi sacrifici che fa la proprietà».

Intanto la società dell’Us Città di Fasano, nella persona del presidente Franco D’Amico, e l’associazione “Il Fasano siamo noi” ringraziano i membri della società SS Ercolanese 1924 per l’accoglienza che è stata riservata alla squadra, ai dirigenti e ai tifosi.

Domenica prossima l’Ercolanese sarà impegnata in trasferta, sul campo del Nola.

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.