Politica Portici Società

Arriva anche a Portici “Operazione Scuola Solidale”: i giovani Leghisti sabato raccoglieranno materiale scolastico per i figli delle famiglie meno abbienti

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. Si terrà sabato 15 settembre, dalle 10.00 alle 13.00, presso uno stand allestito al viale Leonardo Da Vinci, angolo via Immacolata II, la raccolta per sostenere gli studenti porticesi organizzata dal Coordinamento Provinciale Lega Giovani di Napoli. Libri, quaderni, penne, pastelli, zaini e tutto quello che viene considerato materiale didattico sarà raccolto e destinato ai figli delle famiglie meno abbienti della città.

Settembre è il mese che più richiama la parola “scuola” e i Giovani della Lega hanno deciso di organizzare l’iniziativa Operazione Scuola Solidale, che si sta tenendo in tutta la provincia di Napoli e a Napoli Città e che sabato arriva a Portici. Presso un gazebo sul viale Leonardo da Vinci, i giovani Leghisti invitano i cittadini a donare qualche strumento utile per chi studia o a portare oggetti usati ma ancora in buono stato. La raccolta è per fini solidali, dunque, gli ideali politici di chi dona e di chi riceve non contano.

«In Italia ci sono tante famiglie in difficoltà che, per comprare un diario, un grembiulino o dei pennarelli ai loro bambini e permettergli di seguire in modo organizzato le lezioni, incontrano seri problemi», sottolinea Nicholas Esposito, coordinatore regionale Lega Giovani in Campania. «Ecco perché abbiamo pensato alla scuola. Ci piace fare fatti, non parole e ci interessano le persone, le loro storie e le loro condizioni. Sembra impossibile per chi può permettersi una vita media o addirittura buona, ma in tanti non hanno i soldi per un portamine o per una penna a china. Costano poco, ma ci sono genitori che devono scegliere tra un pasto e un quadernone».

Il materiale che sabato verrà raccolto sarà destinato alle famiglie meno abbienti tramite le parrocchie e le scuole. «Saranno i parroci e i dirigenti scolastici a indicarci chi ha bisogno e noi, con il massimo riserbo, provvederemo alla donazione», spiega il Coordinatore Regionale Lega Giovani. «Per questo spero che ogni cittadino capisca che è importante donare qualcosa, acquistare un po’ di materiale o portarci quello che ha a casa ed è ancora in buono stato».

«Io sono ancora uno studente universitario», racconta Vincenzo Fittipaldi, coordinatore Lega Giovani di Portici, «so bene cosa voglia dire lavorare per potersi permettere di sostenere le spese per studiare, ma chi ha meno anni di me deve e può solo studiare e deve avere la possibilità di farlo al meglio, anche se la sua famiglia non ha mezzi. Siamo certi che i porticesi risponderanno con generosità, consapevoli dell’importanza dell’istruzione e dell’importanza, anche psicologica, di sentirsi nella stessa condizione del proprio compagno di banco».

 

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.