Cronaca Ercolano Portici San Giorgio a Cremano

Diminuite le infrazioni: la sensibilizzazione e l’Operazione Mare Sicuro della Guardia Costiera centrano l’obiettivo

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Si concluderà il 16 settembre, ma l’Operazione Mare Sicuro, a tutela di bagnanti, diportisti e sub, portata avanti dalla Capitaneria di Porto dal 16 giugno, dà già i suoi frutti. E sono i frutti sperati: diminuiti i verbali rispetto allo scorso anno. Questo grazie alla campagna di sensibilizzazione che la Guardia costiera ha attivato in questi mesi. Ne abbiamo parlato con Fabrizio Di Maggio, comandante della Capitaneria di Torre del Greco, che comprende anche i comuni costieri di Portici ed Ercolano, San Giorgio a Cremano e la provincia di Benevento per gli aspetti correlati alle leggi marittime e alla giurisdizione per il personale marittimo. (GUARDA IL SERVIZIO, ASCOLTA L’INTERVISTA)

«Rispetto allo scorso anno, grazie a una campagna di sensibilizzazione presso le scuole e i sodalizi nautici», ha spiegato Di Maggio, «siamo riusciti a divulgare, in modo ancora più incisivo, le norme che attengono al diporto e alle ordinanze di sicurezza balneari. L’utente ha sviluppato una cultura di autocontrollo, con comportamenti volti a verificare il rispetto delle norme. Oggi possiamo dire che è sensibilmente diminuito il numero di verbali e contestazioni». Ovviamente non sono mancate delle sanzioni, ma nessuna grave infrazione: «Anche grazie al dispositivo Mare Sicuro, che attraverso battelli pneumatici e moto vedette vigila per tutto il giorno, tutti i giorni, la fascia costiera tra Torre del Greco e Portici», continua il comandante, «finora non si sono riscontrati atteggiamenti altamente pericolosi». (GUARDA IL SERVIZIO, ASCOLTA TUTTA L’INTERVISTA)

Inoltre, il comandante Di Maggio ci ha ricordato l’importanza e anche la comodità per chi va in mare del Bollino blu. «Il bollino blu», sottolinea il capitano di fregata, «non è altro che un marchio di qualità che viene rilasciato, dopo controlli preventivi inerenti alla documentazione amministrativa e alla documentazione nautica di bordo, questo bollino esposto sullo scafo indica che l’imbarcazione è già stata controllata». (GUARDA IL SERVIZIO, ASCOLTA TUTTA L’INTERVISTA)

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.