Ambiente Politica Portici

Materiale, tra cui siringhe, abbandonato e pericoloso: il M5S chiede verifiche da effettuare in zona ex Bagno Nuovo

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. In questi giorni Alessandro Caramiello e Tommaso Castaldo, consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle, rispettivamente del Comune di Portici e del Comune di San Giorgio a Cremano, sollecitati da alcuni cittadini, si sono recati nella zona dell’ex Bagno Nuovo, tra Portici e il quartiere San Giovanni a Teduccio. Segnalati agli uffici competenti alcuni possibili pericoli e la presenza di siringhe.

«Con altri cittadini attenti alla tematica ambientale», spiega Caramiello, «ci siamo recati sul posto e abbiamo visto siringhe sparse. Alcuni attivisti hanno effettuato una pulizia della zona». Per il consigliere Caramiello si tratta di siringhe adoperate da tossicodipendenti. «Quasi quotidianamente in quel tratto vanno dei tossicodipendenti a drogarsi, dunque, le siringhe ogni giorno aumentano in quel luogo», ha continuato il consigliere pentastellato. «Abbiamo scattato alcune foto e abbiamo segnalato la situazione all’ufficio Ambiente, all’ufficio Igiene e Sanità e all’ufficio Tecnico del Comune di Portici, anche perché ci sono strutture in ferro praticamente divelte e pericolose per i bambini e per chiunque passeggi in zona. Inoltre, ci sono delle grate a copertura di alcuni fossati che mancano».

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.