Ambiente Politica Portici

Il Pd di Portici alla spiaggia delle Mortelle per sensibilizzare i bagnanti alla cura delle spiagge, alla pulizia e alla civiltà

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. Prima tappa di informazione e sensibilizzazione dei bagnanti da parte del Pd sulla civiltà da tenere in spiaggia. Il Partito democratico di Portici oggi si è recato alla spiaggia delle Mortelle, per avere un incontro con gli utenti. L’idea è nata a seguito di una foto postata ieri, 6 agosto, dal sindaco, Enzo Cuomo, sul social Facebook. Nel post è sottolineata la condizione in cui viene lasciata, a tardo pomeriggio, questa spiaggia dai bagnanti, nonostante i lavoratori della Leucopetra ogni mattina facciano in modo che sia trovata pulita: «Riusciremo ad avere persone che comprenderanno cosa significa essere un cittadino?», questa la testuale domanda del sindaco.

E gli uomini e le donne del Pd hanno deciso di scendere in campo, anzi, in spiaggia, e di andare a parlare occhi negli occhi con chi popola di giorno questa spiaggia libera, dove, per la stagione balneare, l’Amministrazione ha istallato una passarella per i disabili, attrezzato delle docce gratuite, messo in mare una barriera per impedire l’ingresso, nello specchio d’acqua in cui ci si bagna, di macroplastiche, ha potenziato la presenza di cestini per i rifiuti. (Guarda il servizio, ascolta le interviste)

«L’estate non è prova costume, ma è prova di buona civiltà! Se il cittadino riesce a collaborare con le istituzioni», spiega Riccardo Zaccaro, segretario del Pd di Portici, «può dare una grande mano all’amministrazione per tenere una spiaggia libera e ben usufruibile». (Guarda il servizio, ascolta l’intervista)

«Voglio sottolineare il lavoro di controllo dell’Ufficio Risorsa Mare», dichiara Maurizio Minichino, assessore all’Ambiente, dopo aver spiegato quali sono gli atti di inciviltà che si riscontrano in spiaggia. «Io ho partecipato mesi fa a una riunione con i comuni limitrofi dove ci chiedevano il supporto del nostro Spazzamare, Portici è l’unico comune ad avere questo strumento». (Guarda il servizio, ascolta l’intervista)

«La cortesia che vi chiediamo è quella di essere collaborativi», dice tra i bagnanti Davide Borrelli, capogruppo del Pd in Consiglio comunale. «Questa spiaggia è tua, come la lasci così la trovi. Noi amministratori ci mettiamo il nostro, il resto lo dovete fare voi cittadini». (Guarda il servizio, ascolta le voci dei cittadini)

«La nostra acqua è pulita e balneabile. Mi prendo l’impegno di continuare a fare una battaglia contro il sindaco di Napoli, De Magistris», spiega a dei cittadini Florinda Verde, presidente della commissione Ambiente: «deve mettere in regola il collettore di San Giovanni a Teduccio». (Guarda il servizio, ascolta le voci dei cittadini)

«Siamo qui per controllare il territorio, come il nostro ruolo prevede», ha spiegato Melania Capasso, consigliere Pd, «vogliamo sensibilizzare anche gli ospiti bagnanti degli altri comuni, che mostrano di apprezzare molto il nostro litorale. Faremo dei controlli a tappeto in fasce orarie diverse». (Guarda il servizio, ascolta l’intervista)

«Un bene comune non è solo un monumento, anche il mare e la spiaggia lo sono», spiega Ornella Pasqua, presidente commissione Politiche sociali. «Ricordiamo, per esempio, la passerella per i disabili messa quest’anno in questa spiaggia. Noi stessi dobbiamo cercare di custodire quello che è il nostro bene comune». (Guarda il servizio, ascolta l’intervista)

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.