Politica Portici

“Balcone Fiorito”: per il M5S un concorso appassito, per Minichino la conferma che Portici è un fiorire di iniziative

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. Si è tenuta da pochi giorni la cerimonia di premiazione per il concorso “Balcone Fiorito”. Premi in denaro per i primi tre classificati (600, 400, 200 euro) e buoni per chi si è piazzato dal 4° al 10° posto. In totale diciassette i partecipanti. E proprio il numero di partecipanti fa tuonare il M5S. Mentre l’assessore all’Ambiente rivendica con orgoglio la riuscita della manifestazione.

«Su più di 57.000 abitanti e circa 21.000 nuclei familiari», dichiara il gruppo dei pentastellati, rappresentati in Consiglio comunale da Alessandro Caramiello e Giovanni Erra, «hanno partecipato a questo concorso soltanto 17 cittadini, alcuni dei quali con affaccio all’interno dei parchi e non fronte strada. Non entriamo nel merito dei vincitori ma anche lì visti ed ascoltati i cittadini ci sarebbe tanto da dire. Commissione presieduta dal Direttore del Dipartimento di Agraria, Professore Matteo Lorito». E il M5S punta il dito sulla campagna pubblicitaria relativa all’evento. «Portici non è rifiorita, tanto che la minoranza aveva chiesto di annullare questo concorso e di provare a ripeterlo l’anno prossimo», afferma il M5S. «Non è stata effettuata una campagna pubblicitaria adeguata e sicuramente bisognerebbe ascoltare di più Porticesi e capire le loro reali esigenze e del perché non hanno partecipato. Infine alla premiazione, che caduta di stile consegnare i soldi in contanti così come si vede nel video (il comunicato diramato dal M5S è utilizzato anche come post social, dove è allegato un video, ndr), tanto da non sembrare un’aula istituzionale ma un mercato in una fase di contrattazione».

Non ci sta a queste affermazioni il titolare dell’assessorato all’Ambiente, Maurizio Minichino, che commenta: «In quest’amministrazione fioriscono idee e iniziative, anche grazie all’ascolto che diamo ai cittadini. Criticare quotidianamente ogni attività per la città è la dimostrazione della mancanza di consistenza di certa minoranza e l’attestazione che questa è, per la maggioranza, la strada giusta. Balcone fiorito a Portici nasce da un’idea suggerita all’amministrazione da Giampaolo Longo, porticese, noto giornalista. Si svolge anche in altre zone e da anni e sempre con vincite in denaro. Quindi, sappiamo che la partecipazione alla nostra prima edizione è più che soddisfacente». E l’assessore all’Ambiente entra nello specifico: «Va aggiunto che il concorso era aperto a composizioni floreali esposte dal 1° aprile al 30 giugno. Dunque, al momento quei balconi potrebbero non essere rigogliosi, visto che ogni fioritura ha una sua fase. Considerare, poi, “un mercato” la consegna dei premi nell’aula consiliare, ossia nella casa dei porticesi, tra numerosissimi porticesi intervenuti, in un pomeriggio di festa, in cui si sono celebrate anche altre iniziative, tra cui il giuramento di 30 guardie ambientali che volontariamente vigileranno sul verde pubblico in città, neanche lo commento, lo lascio valutare ai cittadini», conclude Minichino.

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.