Politica Portici

Verde risponde alle dichiarazioni di Mazzone: «Faccia ogni tanto una cosa di sinistra, difenda i lavoratori mal pagati»

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. La consigliera Pd Florinda Verde ha risposto al consigliere LeU Mauro Mazzone, che l’ha definita la “Barlady più pagata di Portici” in alcune sue dichiarazioni. ( Sul nostro sito è possibile leggere l’articolo con le dichiarazioni di Mauro Mazzone).

Il fatto nasce da una lettera protocollata da Mauro Mazzone in cui il consigliere ha chiesto alla Commissione Affari Istituzionali l’attuazione, ad oggi non ancora avvenuta, della delibera sulla massimizzazione del contenimento dei costi delle istituzioni, proposta dal sindaco e approvata nel Consiglio comunale del 20 febbraio.

Ecco la risposta di Florinda Verde: «La questione che solleva il Consigliere Mazzone è del tutto personale, ma io mi occupo di Città e la devo per forza rigirare in Politica e condividere i disagi con i cittadini, così come le gioie, perché i cittadini, un anno fa, stanchi di questi personaggetti ci ha dato fiducia.

Come osa il Consigliere Mazzone definire il mio onesto lavoro “una rendita di posizione”? Capisco che un uomo non avvezzo ad occupare il tempo in attività produttive ritenga un privilegio ciò che invece secondo il 1 Art. della costituzione è l’elemento fondativo della nostra società, ma perché poi per qualcuno il tempo rimborsato in assenza dal lavoro è un diritto e per qualcun altro è una speculazione?

Giudica lui il lavoro consiliare utile alla Città e quello no? Gli rispondo io: giudica la città stessa! È la Città non vuole vedere politici di mestiere professare proclami per non realizzare nulla, ma persone normali che la città la vivono, la curano, la sentono.

Come fa a sapere che io sia “La Barlady più pagata della Città”? Conosce gli stipendi di tutti i miei colleghi nella stessa posizione dirigenziale e sa che sono pagati meno? Li difenda! Faccia ogni tanto una cosa di sinistra, difenda i lavoratori mal pagati e vanti invece aziende come la mia che seppure piccole fanno una cosa normale, garantiscono i diritti ai dipendenti.

La mia professionalità l’ho costruita in quasi 20 anni di duro lavoro, anzi di mestiere, che parola bella “il mestiere”, il Mestiere di famiglia, quello che mio Padre fa ancora con fatica e quello che ho scelto di fare nonostante io sia riuscita a laurearmi pur lavorando sempre con orgoglio.

Ma lui che ne sa?

Lui parla di rendite difese ed interessi che ci legano in maggioranza, forse era abituato così, durante la sua amministrazione, quella in cui senza un minimo di visione di Città si rimpastavano giunta e Presidenza del Consiglio per restare incollati alle poltrone, cose che mi desta il sospetto essere necessario in quanto la poltrona poteva essere l’unica rendita di sopravvivenza.

Al Sindaco, oltre che l’amicizia, mi lega un interesse: il bene di Portici»..

(Le Redazione di Pendici TV, come suo solito, è disponibile a offrire il diritto di replica a tutte le persone citate o coinvolte in un servizio. Per mettersi in contatto con la redazione, consultare la sezione “Contatti”).

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.