Cultura Portici

Portici al Giffoni Film Festival: “La finestra aperta”, realizzato dalla IV A dell’Istituto Don Peppe Diana, tra i corti della rassegna School Movie

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. Per la prima volta anche Portici ha partecipato a School Movie, la rassegna cinematografica per istituti scolastici che vanta la prestigiosa partnership del Giffoni Film Festival. Il Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa e il porto del Granatello le location in cui i piccoli sceneggiatori/attori della lV A dell’Istituto comprensivo Don Peppe Diana hanno realizzato il cortometraggio ”La finestra aperta”.

Sono circa 40 i comuni della Campania che hanno partecipato alla sesta edizione di School Movie, conclusasi ieri alla presenza anche di nomi noti del mondo dell’informazione, come Michele Cucuzza e Luca Abete. Il progetto School Movie permette agli alunni delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado di essere coinvolti in tutte le fasi di realizzazione di un corto: scelta dell’angolatura da cui affrontare il tema dell’anno, stesura del soggetto e della sceneggiatura, interpretazione. Portici ha partecipato per le scuole primarie. L’iniziativa è stata sostenuta economicamente dall’Amministrazione Comunale.

Ad accompagnare all’evento conclusivo di ieri i piccoli protagonisti, anche l’assessore alla Pubblica Istruzione, Maria Rosaria, Cirillo, e le insegnanti che hanno seguito il progetto. In prima linea in questi mesi per l’iniziativa, infatti, la dirigente scolastica, Rosa Orsi, le insegnanti referenti Maria Scognamiglio e Assunta Selvaggio e la vicaria dell’istituto, Lina Misasi.

La realizzazione del corto è stata possibile anche grazie alla disponibilità di Oreste Orvitti, direttore del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, e del comandante Raffaele Falco, alla guida della Capitaneria di Porto di Portici. Lo storico Museo e il suggestivo porto del Granatello, infatti, sono tra le location scelte dai piccoli allievi per le riprese. Il breve film, però, è stato girato anche a Villa Fernandes, nelle aule scolastiche e a casa di alcuni allievi. I più grandi sostenitori del progetto, infatti, sono stati proprio i genitori, che hanno compreso l’importanza di una simile esperienza ai fini della crescita e della formazione dei bambini. L’arte cinematografia, in modo divertente, creativo e innovativo, può aiutare a riflettere, fin da piccoli, su tematiche importanti e contribuire a sviluppare una personalità all’insegna del civismo e del rispetto verso i grandi temi, come quello della libertà, su cui si è incentrata la manifestazione quest’anno: è questo il principio di School Movie.

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.