Portici Sport

Vento di cambiamento: ecco tutte le novità in casa Portici 1906

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. Incertezza, dubbio e sensazione di un futuro poco chiaro: è questo il clima che ha aleggiato attorno alla SSD Portici 1906 fino a qualche settimana fa. Nel corso degli ultimi giorni sono, invece, stati messi a segno colpi importanti: ingaggiato il mister, decise nuove nomine gestionali e anche la rosa, per la stagione alle porte, prende forma.

Dunque, il silenzio della società per giorni ha fatto pensare ad una situazione non tranquilla nella Portici calcistica. Nulla di più sbagliato. Il Portici 1906, dopo aver centrato l’ambito obiettivo stagionale della salvezza – con 4 giornate d’anticipo -, attraverso il raggiungimento del 10° posto in campionato, ha gettato le basi per ricostituire, quasi totalmente ex novo, la rosa, l’aspetto dirigenziale e quello tecnico. Dopo gli avvicendamenti di 4 diversi allenatori nel corso della stagione scorsa, era inevitabile che il primo ruolo da definire fosse quello del mister. E la società non si è fatta trovare impreparata, nominando Mauro Chianese a nuovo manager della squadra. Esperienza, carattere ed una lunga militanza all’interno di settori giovanili professionistici, come Salernitana e Napoli, fanno di lui il profilo ideale per quelli che sono i progetti tecnici di questa squadra: un connubio di giovani ed esperti per affrontare la nuova stagione di Serie D.

E per raggiungere questo scopo, la rivoluzione deve essere quasi totale, ecco perché le nuove scelte, in questi giorni, non sono state soltanto tecniche, ma anche gestionali, con la nomina di Alessandro Amarante e Stefano Vampore, il primo in veste di Direttore sportivo e il secondo nel ruolo di responsabile dell’area scouting. Il DS Amarante è partito deciso nella sua nuova posizione, avviando la campagna acquisti con un primo colpo molto importante. L’ex responsabile scouting del Pisa Calcio ha, infatti, portato nella città della Reggia il calciatore lucano Raoul Vaccaro, un mix di esperienza, freschezza e tanta militanza nella quarta serie italiana a soli 22 anni. Un’impronta forte quella dell’acquisto di Vaccaro, il neo calciatore del Portici 1906 è, infatti, uno che conosce bene la Serie D, ma la sa soprattutto vincere, un curriculum invidiabile per il centrocampista azzurro, viste le 2 vittorie della quarta serie italiana ottenute con Bisceglie e Grosseto, oltre alle militanze in piazze importanti come Igea Virtus e Potenza.  La campagna acquisti, dunque, è solo all’inizio e si preannuncia già decisamente interessante.

Ma la più grande novità in casa Portici 1906 è la riapertura dello storico impianto sportivo cittadino: lo stadio San Ciro. Dopo anni di abbandono, in cui lo stadio è stato in pessime condizioni dovute all’usura e alla poca manutenzione, finalmente la squadra e soprattutto la città tornano ad avere un’arena sportiva polivalente. Costruito nel 1985 e con una capienza di quasi 8000 posti, lo stadio San Ciro sarà una leva fondamentale per rinsaldare il rapporto tra la città e la squadra, visti gli ultimi anni di nomadismo in giro per la Campania, la società ha, infatti, fatto partire la campagna abbonamenti per la stagione 2018/2019, dove sono state specificate tutte le modalità di acquisto e i benefit derivanti dall’acquisto della tessera per le partite casalinghe della squadra. Un nuovo corso è, dunque, cominciato, staremo a vedere come si evolverà.

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.