Portici Società

Portici fulcro della formazione sull’informazione: al liceo Quinto Orazio Flacco 40 studenti del Sud a scuola di giornalismo con l’agenzia Dire. Tre borse di studio dal Comune

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. E’ Portici la città che, da oggi fino al 20 luglio, ospita la prima Summer School dell’agenzia Dire per gli studenti del Mezzogiorno: presso il liceo classico Quinto Orazio Flacco, 40 studenti provenienti da diverse città del Sud imparano a conoscere il mondo dell’informazione. Le altre due città ad aver ospitato la manifestazione in Italia per quest’anno sono state Roma e Bologna.

Hanno dai 16 ai 19 anni i corsisti della scuola di giornalismo che da stamattina si sta tenendo a Portici, con il patrocinio e il sostegno del Comune. Il liceo Quinto Orazio Flacco ha aperto le sue porte all’iniziativa gratuita, mettendo a disposizione i suoi spazi, per favorire l’incontro tra la curiosità dei giovani e l’esperienza dei professionisti del mondo dell’informazione.

In questo percorso di approfondimento e formazione sono anche previsti dei laboratori a cielo aperto, per permettere ai corsisti di diventare dei cronisti 4.0: le uscite in programma comprendono una visita alla chiesa di Santa Maria della Pietra Santa nel centro storico di Napoli, con tour virtuale nel suo sottosuolo profondo 25 metri, un tour al museo ferroviario di Pietrarsa, tra locomotive e carrozze che hanno fatto la storia del trasporto su ferro, una passeggiata al Parco archeologico di Ercolano, alla scoperta dei resti di un passato remoto che convivono con la moderna urbanizzazione.

Alla manifestazione di apertura ha preso parte stamani anche il sindaco, Enzo Cuomo, la dirigente scolastica del liceo ospitante, Iolanda Giovidelli, il direttore dell’Agenzia di stampa Dire, Nicola Perrone, e il consigliere comunale Pd Davide Borrelli. Il sindaco ha annunciato il sostegno del Comune di Portici all’iniziativa anche con un contributo economico alla scuola, tramite cui si realizzeranno tre borse di studio per tre giovani partecipanti porticesi particolarmente meritevoli. Ogni borsa di studio, del valore di 250 euro, servirà all’acquisto di libri o di materiale hi-tech. Inoltre il Comune, con altri 250 euro, si è fatto carico della copertura delle assicurazioni inerenti ai corsisti.

Oltre ai giornalisti della Dire come Alfonso Cristofano e Carmen Credendino, saranno “interrogati” in questi giorni dai ragazzi Stefano Renna, fotogiornalista freelance, Alessandro Gallo, scrittore, attore e regista, Antonio Musella, reporter di Fanpage.

La giornata finale della manifestazione si terrà a Napoli, presso il Maschio Angioino, con un seminario aperto alla stampa, dove i ragazzi potranno ascoltare anche Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Amalia De Simone, videoreporter de Il Corriere.it, Marco Lobasso, giornalista di Leggo.

Al termine del periodo di formazione, verrà consegnato a tutti i corsisti un attestato di partecipazione validabile come credito formativo e, laddove siano attive convenzioni specifiche tra le scuole di appartenenza e la Dire, valevole per l’alternanza scuola-lavoro.

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.