Cronaca Portici

Aggredisce familiari e resiste ai carabinieri: arrestato. Al viale Camaggio neanche l’arrivo dell’autoambulanza riesce a calmare l’uomo

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici.  Un uomo aggredisce i familiari, i vicini chiamano i carabinieri. Gli uomini dell’Arma fanno arrivare sul posto anche l’autoambulanza per calmarlo, visto lo stato psicologico. L’uomo oppone resistenza: arrestato.

Una nottata agitata, quella di ieri, in viale Camaggio. B. S. di circa 45 anni, non sposato, figlio presente nella vita e nella casa dei genitori, inizia verso le 22.00 a urlare e inveire contro i familiari.

Le urla dell’uomo, che sembrerebbe essere noto in zona per i suoi problemi di fragilità mentale, specie negli ultimi tempi per situazioni emotivamente coinvolgenti,  attirano l’attenzione dei vicini.

I residenti, notando che l’aggressione tarda a placarsi, decidono di allertare le forze dell’ordine. Intervengono gli uomini della stazione dei Carabinieri di Portici, agli ordini del comandante Michele Guarino.

Appena giunti sul posto, i militari capiscono che la situazione è grave: le condizioni psicologiche del soggetto sono da considerarsi eccessivamente esagitate, forse potrebbe aver assunto sostanze che ne alterano le condizioni, anche nei loro confronti giungono invettive.

Gli uomini in divisa chiedono l’intervento di un’autoambulanza. Il personale medico, al suo arrivo, non può che constatare lo stato mentale in cui si trova il soggetto e provare a curarlo, somministrando qualche calmante. La situazione non tende a rientrare. L’uomo continua. E così i carabinieri lo arrestano per resistenza a pubblico ufficiale.

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.