Portici Società

La proposta di spostare gli organi, non i pazienti e la presentazione di uno schema di decreto legge regionale per il trapianto di prancreas. Al convegno “Diventa un Eroe”, proposte, approfondimenti e testimonianze

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. Portare gli organi dai pazienti e non i pazienti dagli organi e uno schema di decreto legge regionale per portare nel sistema ospedaliero campano il trapianto di prancreas. Ieri, a Villa Fernandes, durante l’incontro organizzato dal Partito Socialista Italiano “Diventa un Eroe”, proposte e atti di rilievo per chi vive attaccato al filo della speranza.  8000 pazienti in attesa di trapianto in Italia, 1000 solo in Campania, dove il numero di donatori è più basso. Senza donatori non ci sono trapiantati, senza donatori i malati di organi come cuore e fegato muoiono, i malati di organi come il rene mandano avanti una vita di difficoltà.

La maggior parte dei pazienti viene trapiantata fuori Regione, con spreco di risorse economiche, che potrebbero essere meglio utilizzate. Da qui la richiesta di un serio impegno dei presenti all’incontro da parte del primario Paride De Rosa, dirigente di Chirurgia generale Trapianti di rene presso l’Ospedale “Ruggi D’Aragona” di Salerno, per fare in modo che non sia l’ammalato a dover raggiungere la sede dove è disponibile l’organo, perché solo una Sanità percepita come di qualità può aumentare i sì all’espianto.

Durante l’incontro, Roberto Buonfantino, trapiantato particolarmente attivo per la causa, ha consegnato al consigliere regionale Vincenzo Maraio uno schema di decreto legge regionale per portare nel sistema ospedaliero campano il trapianto di prancreas.  Vincenzo Maraio ha parlato con i partecipanti della sua proposta di legge regionale per l’Istituzione dell’Osservatorio regionale sul traffico illegale di organi di esseri umani.

Intanto Il comune di Portici ha aderito al progetto “Una scelta in Comune”, i cittadini, alla richiesta della carta di identità elettronica, potranno dichiarare il loro consenso alla donazione, come spiega Lorella Distefano, Assessore al Bilancio, presente all’incontro con Carla Lardone, membro della segreteria del PSI.

Il professor Gennaro Biondi, tre volte trapiantato, ha portato la sua testimonianza e ci ha raccontato quanto il fare gruppo e l’ironia aiutino ad affrontare e guarire.

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.