Politica Portici

Consiglio Comunale: Soggiorno Anziani e Consulta Pari Opportunità tra i numerosi provvedimenti decisi e annunciati

Share on WhatsApp Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Portici. Ritorna a Portici il Soggiorno Anziani. Circa cento cittadini partiranno per una vacanza a Ischia o a Sorrento grazie a un progetto finanziato con un prelievo dal fondo di riserva. Ad annunciarlo è stato il sindaco, Enzo Cuomo, durante la seduta di ieri, 11 giugno, del Consiglio comunale. Un Consiglio particolarmente pregno di temi, proposte e iniziative di rilievo, in cui, tra le altre cose, è stato approvato all’unanimità il Regolamento per l’istituzione della prima Consulta per le Pari Opportunità di Portici.

Dopo le interrogazioni su temi come il mercato di Via Poli, il Museo Del Mare, la Leucopetra, il lungomare, le affissioni selvagge e l’Ufficio Tutela e Benessere Animale, si è passati a votare alcune variazioni di Bilancio. Approvati gli atti che permetteranno l’acquisto di defibrillatori per rendere Portici una città cardioattiva, un concorso per assumere quattro assistenti sociali e la costituzione di un centro polifunzionale per i giovani in Villa Fernandes, dove confluiranno il Centro Servizi Giovani e il Forum dei Giovani.

Con alcuni ordini del giorno, si è deciso All’unanimità di commemorare la memoria di concittadini porticesi, intitolando il palazzetto dello sport a Claudio Taglialatela, il centro polifunzionale a Via Scalea a Mariano Bottari, una stele in memoria di Teresa Buonocore.

La Commissione Ambiente ha, poi, presentato una proposta per ridurre la vendita della plastica e per l’utilizzo del materiale biodegradabile negli esercizi commerciali della zona del Granatello, in linea con le nuove norme europee. In sede di Commissione dovrà essere articolata l’ordinanza relativa.

All’unanimità è stato approvato il Regolamento per l’istituzione della prima Consulta per le Pari Opportunità, nato in seno alla Commissione Politiche sociali.

La Consulta avrà il compito di promuovere iniziative atte a realizzare pari opportunità tra donne e uomini sul territorio. Le finalità saranno quelle di rimuovere eventuali ostacoli che causano diversità fra cittadini. Faranno parte della Consulta appartenenti del mondo politico, della LGTB , del terzo settore, dell’Asl.

Dal gruppo consiliare del M5S è stata aperta la discussione per chiedere una diversa denominazione di via Pietrarsa, una denominazione che ricordi la strage dei 4 operai, morti nel 1863 per difendere il loro posto di lavoro. In questi giorni si cercherà col Comune di Napoli, a cui appartiene un lato della strada, un’intesa per permettere quanto prima il cambio in via dell’Eccidio di Pietrarsa.

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.